Ang'oli      1978

 

Grafite, pastelli cerati su carta, cm 30 x 21

 

Ang’oli , “angeli e diavoli”.

"Angeli" e "diavoli", due ipotetici stati d’animo parte dello stesso "umore", la stessa luce (o energia) che in quantità maggiore o minore si estende nello spazio: anzi, lo crea!

Noi, come Ang’oli, ci siamo creati simili a noi stessi e per distinguerci usiamo le maschere.

Noi, come Ang’oli, ci siamo divisi per poter dichiararci uniti: siamo uno ma ci rappresentiamo doppi perché il molteplice è la nostra realtà.

Noi, come Ang’oli, ci cerchiamo nella sintesi e ci perdiamo nell’analisi perché per creare occorre distruggere!

Noi, come Ang’oli, amiamo per riprodurci e odiamo per annullarci; ne unico bene, ne unico male.

Noi esistiamo come Ang’oli ma ci pensiamo angeli e diavoli

 

     
     
   

INDEXTESTI